animale_domestico_cane_gatto_emilia_romagna_ospedale-800x500_c

Oggi parliamo di attualità, ho deciso di dedicare questa puntata ad una notizia molto bella uscita sui giornali nel mese di gennaio: la notizia dice così: Lombardia: via libera agli animali in ospedali e case di cura.

La Giunta regionale della Lombardia infatti, ha approvato il regolamento che attua una legge regionale del 2009 a favore della tutela degli animali di affezione, stabilendo la possibilità di accesso a  cani, gatti e conigli negli ospedali e nelle Case di riposo, nel rispetto delle condizioni di sicurezza stabilite dalle strutture sanitarie o sociosanitarie, che prevedono dei requisiti minimi riportati all’interno di un regolamento regionale.

Questo regolamento prevede che gli animali debbano essere accompagnati da maggiorenni, e nello specifico che i cani debbano essere muniti di museruola e condotti a guinzaglio, mentre gatti e conigli, debbano essere alloggiati in un apposito trasportino, almeno fino al momento della visita al paziente o all’ospite”.

Il regolamento prevede molte altre importanti voci, come per esempio l’indicazione dei “criteri per la corretta gestione, detenzione e addestramento degli animali”, quindi l’obbligo di fornire loro un ricovero e un riparo adeguato, di garantire che abbiano a disposizione cibo e acqua, che possano fare movimento e attività motorie, e che siano assicurate loro, in caso di bisogno,  tutte le cure a l’assistenza necessarie.

Ma il motivo per cui oggi ho voluto parlare di questa notizia è che trovo sia meraviglioso, che finalmente ci sia un’apertura anche verso l’aspetto affettivo  che caratterizza il rapporto tra uomini, persone, e gli animali da compagnia.

Penso infatti ai proprietari di cani, gatti, conigli, e altri animali d’affezione, che oltre a soffrire a causa di  una malattia, di  un infortunio, o di solitudine perché magari si trovano in una casa di riposo lontano dai propri affetti, devono subire anche la sofferenza della separazione seppur temporanea, dai loro amati animali….e tutti quelli che ne possiedono uno, sicuramente sanno di cosa sto parlando, e che cosa significhi ricevere ogni giorno l’affetto dei nostri amici pelosi.

So che già altre regioni si stanno attivando  per approvare in fretta a loro volta questo regolamento, e mi auguro davvero che nell’arco di breve tempo, in tutt’Italia si possa raggiungere questo importante traguardo.

 

Condividi il post
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone